ETF sulle Commodities: 3 tipi…

Esistono 3 macrocategorie di ETF attraverso cui cercare una esposizione sulle materie prime:

Phisically Backed ETFs: hanno una correlazione perfetta con la materia prima sottostante perchè possiedono fisicamente tale materia prima… quindi perchè mettersi in casa un lingotto quando esiste GLD che replica piuttosto fedelmente il prezzo ufficiale dell’oro… purtroppo la detenzione “fisica” della commodity non è sempre fattibile (costi di stoccaggio, deperimento, …), quindi la scelta è limitata.

Futures Based Funds: un fondo che investe passivamente in contratti futures legati a quella materia prima e che rolla il contratto periocamente subendo il contango e godendo della backwardation… UNG, UGA, USO, per limitarci agki energetici, funzionano in questo modo, e in mercati fortemente contango (come il Gas Naturale degli ultimi mesi) l’etf UNG ha pesantemente sottoperformato la materia prima in cui investe.

Commodity Intensive Equities: questi sono ETF che investono in aziende fortemente legate alla materia prima interessata (magari perchè la producono), e in fasi in cui il mercato futures di una specifica commodity è in contango e sconsiglia di avvicinarsi ad un ETF Futures Based, possono rappresentare una interessante alternativa per ricercare una esposizione su quella materia prima.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...