Crollano le Borse in Medio Oriente dopo il taglio di S&P sugli USA

Capitombolo dei mercati del Golfo Arabo, i primi a reagire al declassamento del rating Usa. Sull’onda della concomitante crisi dei debiti sovrani in Europa, i mercati del mercato di esportazione petrolifera piu’ grande del mondo sono piombate ai minimi da mesi. L’indice del mercato azionario del Qatar ha chiuso lasciando sul terreno il 2,5 per cento; quello di Dubai il 3,7 per cento (minimo da 20 mesi) e quello di Abu Dhabi ai minimi da maggio. Scivolone anche della borsa saudita, scesa per il secondo giorno consecutivo: il mercato azionario di Riad era stato il primo, sabato sera a reagire con un’ondata di vendite alla decisione di S&P (-5,46%); oggi l”indice di riferimento di quello che e’ il piu’ grande mercato azionario del mondo arabo, il Tatawull ha perso lo 0,83%. Stamane, dopo una disastrosa apertura (-6%), la borsa di Tel Aviv ha deciso di sospendere le contrattazioni (l’ultima volta che era accaduto era stato il 21 settembre 2008, dopo il crack della Lehman Brothers.

Stanotte tocca all’Asia e ai mercati valutari darci il polso reale della situazione, dopo le conference call del G7 di oggi e il forcing di Trichet per trovare un accordo che permetta alla BCE di iniziare a comprare bond italiani. La voce di un taglio circolava già nel pomeriggio di venerdì: vediamo se si tratta di una notizia già scontata dal mercato o se questi crolli nelle borse del medio oriente sono solo un assaggio di quello che ci attende ad inizio settimana.

Luca Giusti
http://www.qtlab.ch
http://www.lucagiusti.it

Annunci

Un pensiero su “Crollano le Borse in Medio Oriente dopo il taglio di S&P sugli USA

  1. Le borse di Italia e Spagna sono decollate grazie al rally dei bancari che dopo l intervento della BCE in acquisto di titoli di stato di questi paesi, hanno ricominciato ad essere appetibili (a causa della loro esposizione al debito di questi paesi).

    DAX poco sopra la pari, e futures USA che stanotte erano a -2,70% e adesso sono intorno a -1%, crudo a -2,50% e oro oltre 3%… non parlerei proprio ancora di rimbalzo… l intervento della BCE avrà una efficacia di poco superiore a quello delle altre due banche del Giappone e di Svizzera, e se non vediamo girare a rialzo i futures USA, il VIX rientrare su soglie più ragionevoli, il crudo tornare verso quota 100, e i cambi contro CHF e JPY sistemassi rispetto a questi eccessi, allora questo rally sul mercato italiano è solo che da vendere…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...