Nuovi marchi stampati in Ticino?

__TFMF_ey2r1xnvs2blks20c50kbt55_19a30a07-77ee-47f3-838f-f44fcbe49338_0@2x.jpg

In questi giorni su alcuni giornali si legge di questo rumor: la Germania avrebbe ripreso a stampare marchi. La notizia, particolarmente curiosa, appare oggi sulle pagine del Caffé. Il domenicale inoltra sottolinea che per coniare la cartamoneta Berlino si sarebbe rivolta a una tipografia Svizzera, per la precisione ticinese.

Se la notiza trovasse conferma, oltre a provocare chiaramente un terremoto finanziario, sarebbe la dimostrazione palese del fatto che Berlino stia già pensando al piano B per liberarsi dell’euro che gli sta sempre più stretto.

D’altra parte che qualcosa stesse succedento in terra germanica lo hanno ipotizzato nei giorni scorsi pure il tabloid Daily Express e poi un articolo del Washington Times, che scrivono per l’appunto del conio di nuovi marchi, come pure un articolo sul quotidiano finanziario Milano Finanza. E proprio su Milano Finanza si legge: “La tipograia individuata per tornare a stampare marchi sarebbe in Svizzera, probabilmente in Ticino, e avrebbe ricevuto alcuni stampi della vecchia valuta tedesca”. L’azienda, secondo il giornale del Gruppo Class: “già stampa rubli e dong vietnamiti”.

Al momento si tratta solo di supposizioni che non hanno trovato conferme, e di questa stamperia ticinese non v’è traccia.

…qualcuno è stupito?

Luca Giusti
www.qtlab.ch
www.lucagiusti.it

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...