Montecitorio costa il triplo che la Camera negli altri paesi europei…

La Stampa di oggi pubblica l’analisi comparata delle cinque più importanti «camere basse» d’Europa (Montecitorio, Bundestag, Assemblée Nationale, House of Commons e Congreso de Los Deputados) da cui emerge che «non è il costo dei deputati italiani a determinare questa situazione».

Perché la spesa per le retribuzioni dei parlamentari in carica e in quiescenza è pari a poco più di un quinto del totale del bilancio 2011 di 1,66 miliardi di euro: dove il costo per il personale in servizio e in quiescenza è del 42,8%, contro il 23,8% destinato ai parlamentari. E quindi, una delle conclusioni dell’inchiesta di Vision è che la norma inserita nella finanziaria di luglio che stabilì di equiparare il costo dei parlamentari alla media europea avrebbe dovuto prescrivere casomai di equiparare il costo del parlamento nazionale alla media degli altri.

Ad ogni cittadino italiano, il Parlamento costa tre volte di più che in Francia (27,15 euro rispetto a 8,11 euro), quasi sette volte più che in Inghilterra (4,18 euro) e dieci volte più che in Spagna (2,14 euro pro capite). E non è tanto il numero dei parlamentari ad incidere (in Italia poco superiore alle medie europee) ma il costo del Parlamento per deputato. «Più del 40% delle risorse del nostro palazzo sono assorbite dal personale della Camera. Stenografi o commessi – si legge nel documento – che individualmente arrivano, al massimo dell’anzianità, ad avere stipendi superiori ad alcune delle più alte cariche dello Stato».

…ma finchè le proteste assumeranno forme come quelle di queste ragazze ucraine andata in scena a Davos in questi giorni, o quelle di questo weekend a Torino (con la città deturpata da bombolette spray, facendo solo arrabbiare la gente comune), o la protesta dei camionisti che blocca la circolazione di chi deve andare al lavoro (ma mica la circolazione del politico, o del familiare del politico di turno che con l’auto blu passa ovunque, se ne frega dei limiti e se la ride pure!), la casta può dormire serena… Ma perché non parcheggiano i camion davanti a Montecitorio?

… Se ci fisse ancora il nostro ex premier, sono sicuro che le avrebbe ricevute per sentire (anzi, pardon, per leggere) le loro ragioni…🙂

Luca Giusti
http://www.qtlab.ch
http://www.lucagiusti.it

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...