Bortolussi, la CGIA e le nuove imprese

In questi mesi ogni volta che c’è Bortolussi in televisione, bisogna prendere un antidepressivo per superare lo sconforto delle statistiche che presenta… Ma è innegabile che ci sia qualcosa che non va, ed il lavoro della CGIA di Mestre è sempre molto preciso nel farlo emergere.

Circa il 50% delle aziende chiude nei primi di vita. La Cgia di Mestre, attraverso un’indagine, ha reso noto che un’azienda su due (precisamente il 49,6%) fallisce entro i primi 5 anni di vita. “Un dato molto preoccupante che segnala la grave difficoltà che stanno vivendo le imprese, soprattutto quelle guidate da neoimprenditori“.

Nello specifico il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi, ha spiegato: “Tasse, burocrazia, ma soprattutto la mancanza di liquidità sono i principali ostacoli che costringono molti neoimprenditori a gettare la spugna anzitempo. E’ vero che molte persone, soprattutto giovani, tentano la via dell’autoimpresa senza avere il know how necessario, tuttavia è un segnale preoccupante anche alla luce delle tragedie che si stanno consumando in questi ultimi mesi“.

L’associazione ha tenuto a sottolineare l’importanza delle piccole micro imprese per quanto riguarda l’occupazione: “Se, come sottolinea l’Unione europea il 58% dei nuovi posti di lavoro è creato dalle imprese con meno di 10 addetti, e se , come risulta dai dati Istat, il 60% dei giovani italiani neoassunti nel 2011 è stato ‘assorbito’ dalle micro imprese con meno di 15 addetti, è chiaro che il Governo non può non abbassare il carico fiscale sulle imprese e sul mondo del lavoro, per far ripartire l’economia di questo Paese”.

Già in precedenza la Cgia di Mestre ha lanciato l’allarme: nel 2011 sono 11.615 le imprese che hanno chiuso per fallimento, la cifra più elevata in questi quattro anni di crisi economica. Circa 50 mila persone sono rimaste senza lavoro e sono in aumento i suicidi tra gli imprenditori.

Si parla di articolo 18, di flessibilità, ma qua il problema vero è che, di questo passo, sta venendo a mancare colui che può licenziare o assumere (ovvero qualcuno che abbia ancora voglia di fare impresa in questo paese).

…se sei giovane vattene finchè sei in tempo… e quando questi dinosauri che si sono spartiti il potere faranno implodere il sistema (o moriranno di vecchia, che non manca molto… e si sa che tirare di coca non allunga la vita, visto che sembra un vizietto piuttosto diffuso in parlamento) torna per ricostruire questo paese secondo principi di giustizia ed equità (quella vera, non quella sbandierata del governo Monti). Ed intanto il partito di Beppe Grillo sembra sia diventata la terza forza politica del paese: l’implosione è vicina…

Luca Giusti
www.qtlab.ch
www.lucagiusti.it

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...