Cipro: il pasticcio continua…

Notizia di poco fa: le banche a Cipro restano chiuse fino a giovedì (avrebbero dovuto riaprire domani)… Il Bank run (la corsa agli sportelli) è solo rimandata, anzi, questa è solo altra benzina sul fuoco… Ma se voi foste un cittadino di Cipro, che sta tirando avanti da una decina di giorni con un bancomat al giorno da 100 € (se trova la filiale di turno che ce li ha, perché sembra che abbiano fisicamente finito le banconote), cosa fareste non appena riapre la banca???

L’Europa con la vicenda Cipro ha sancito un nuovo principio: se una banca salta, chi paga sono gli azionisti, gli obbligazionisti… e tutti i correntisti del paese (e non solo quelli che hanno conti correnti sopra ai 100.000 euro come ci stanno raccontando)

Niente dismissione del patrimonio pubblico, cessioni di partecipazioni pubbliche in società quotate o simili… Si fa prima a congelare tutti i conti correnti per una settimana…

Adesso ci dicono che se il conto corrente è sotto i 100.000 siete salvi… sicuri? Aspettate di vedere quando riapriranno le banche, quando i correntisti andranno a ritirare i propri risparmi (inferiori a 100.000) cosa gli diranno… Semplice: non ci sono.

Qualcuno ci vede qualche analogia con il fondo interbancario di tutela dei depositi? Meccanismi del genere funzionano se dietro c’è una banca centrale che all’occorrenza stampa moneta (o può in maniera credibile raccontare di poter far fronte a qualunque richiesta di moneta): funziona in America, in Giappone, in Gran Bretagna, in Svizzera, ma con l’Euro non è più così perché bisogna mettere d’accordo tutti i paesi (e abbiamo visto come la pensano Germania, Olanda e gli altri paesi virtuosi sul salvataggi degli altri paesi: Grecia e Cipro docet).

20130326-002320.jpg

Ma in Italia si parla d’altro… di cose importanti: di poltrone da riempire… e non si parla più del Monte dei Paschi di Siena o dei conti dello stato che stanno andando in vacca (certificato dall’ISTAT pochi giorni fa, e non dal solito catastrofista che vede sempre nero)…

Luca Giusti
http://www.qtlab.ch
http://www.lucagiusti.it

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...