foto1

Lehman 5 anni dopo…

Cinque anni fa il crack di Lehman Brothers… era il 15 settembre 2008 quando una delle principali banche d’investimento degli Stati Uniti dichiarò bancarotta dopo che Casa Bianca e Federal Reserve decidevano di non accorrere in suo soccorso. Da allora sono state prese diverse iniziative, a vari livelli, per rimettere in ordine il sistema finanziario, ma molti problemi restano ancora da risolvere, perché ciò che funziona con il sistema bancario francese potrebbe non funzionare altrettanto bene per quello tedesco o quello italiano, o quello spagnolo. Per esempio, in Spagna c’è stato un enorme consolidamento: 43 banche locali di risparmio sono state ridotte a una decina, mentre in Germania nulla è mutato, hanno sempre migliaia di banche, e poca voglia che l’Europa si immischi o qualche ente sovranazionale possa andare a metterne in discussione la solvibilità in caso di nuovi shock.

Dal 2008 il mondo è cambiato perché quello che fu il più grande fallimento della storia ha avuto un effetto domino: dal sistema finanziario, che ha rischiato il collasso, all’economia reale con la perdita di milioni di posti di lavoro, al moltiplicarsi degli indebitamenti delle principali economie mondiali, con una ripresa che stenta a concretizzarsi e per adesso rimane confinata nelle previsioni sul 2014 (ma sono annunci già “sentiti” negli ultimi anni). I problemi restano irrisolti, perché nessuno ha avuto il coraggio di mettere in discussione le regole esistenti e scardinarle nel profondo: come (e forse di più) di 5 anni fa, Goldman Sachs rules the world…

Tutto ruota attorno ai mercati finanziari oggi, e comprenderne le dinamiche ed imparare a coglierne le opportunità non é più un “optional”… I mercati finanziari non solo influenzano, ma controllano le economie reali di ogni paese, ed é essenziale comprenderne il funzionamento a prescindere da che lavoro fate o da che titolo di studio avete… e non lasciate che la diffidenza diffusa verso tutto ciò che é formazione in campo finanziario (pienamente giustificato, vedendo quello che a volte si legge in giro, ma i furbacchioni ci sono in tutti i settori ed il mondo del trading non é immune) vi allontani dal conoscere le regole che muovono i mercati.

Buon trading (e buon weekend) a tutti!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...