Le prossime a quotarsi dopo Twitter…

Mentre gli occhi di tutti la scorsa settimana erano sul debutto di Twitter al Nyse, già dalle prossime settimane si preannuncia una nuova ondata di debuttanti sui principali listini azionari mondiali: l’elenco di società che potrebbero approfittare del rinnovato interesse per le matricole di borsa suscitato dal fortunato debutto di Twitter è lungo in tutto il mondo… La società dei cinguettii ha aperto a quasi il doppio del prezzo di collocamento per ripiegare nelle sedute successive, giusto per “premiare” tutti gli investitori retail che sono saliti a questo prezzo assurdo registrato nelle prime battute (specie per una società che non fa utili).

Mercoledì prossimo, ad esempio, debutterà a Londra Merlin Entertainments, seconda società al mondo dopo Walt Disney nel settore dei parchi di divertimento e musei tematici (controlla tra l’altro il parco italiano di Gardaland, oltre che i musei delle cere Madame Tussauds), che dopo aver ristretto a 305-330 pence per azione la forchetta indicativa ha deciso di fissare un prezzo di collocamento a 315 pence che implica una valutazione di 3,1 miliardi di sterline della società (pari a 18 volte gli utili). Entro fine anno, a Wall Street, potrebbe debuttare Chrysler, controllata statunitense di Fiat su cui il Lingotto ha da tempo un braccio di ferro per acquisire le quote di minoranza del fondo pensione Veba, legato al sindacato Uaw. Se il processo per l’Ipo di Chrysler è avviato, i tempi “dipendono da diverse variabili, compreso l’andamento dei mercati” ha però dichiarato il presidente di Fiat, John Elkann.

Le sirene di Wall Street potrebbero tentare nei prossimi mesi anche società come Square (che con Twitter ha in comune il padre fondatore, Jack Dorsey), che ha sviluppato un lettore di carta di credito utilizzato per pagamenti tramite smartphone, Dropbox, attiva nel cloud storage e che proprio in questi giorni ha acquisito la startup Sold (che aveva sviluppato una piattaforma di compravendite online), Pinterest, un social network il cui servizio consente di condividere contenuti come immagini, video e altri oggetti su propri “pinboard”, Airbnb, portale fondato nel 2008 e divenuto la maggiore community al mondo dove è possibile pubblicare, scoprire e prenotare affitti turistici, o Evernote, società che ha sviluppato un’applicazione che consente agli utenti di ricordare tutto in tutti i dispositivi. Per tutte si parla di valutazioni multimiliardarie.

In Asia potrebbe debuttare Wechat, servizio di messaggeria vocale e video di grande successo lanciato all’inizio del 2011 dal colosso internet cinese Tencent quotato a Hong Kong che già a fine agosto aveva superato i 400 milioni di utenti e che potrebbe, nonostante finora la società abbia smentito le indiscrezioni al riguardo, essere scorporato e quotato separatamente sul listino di Singapore. Alibaba, colosso cinese dell’e-commerce partecipato al 24% da Yahoo!, sembra invece decisa a imitare Twitter e debuttare a Wall Street dove potrebbe davvero fare “il botto”, visto che con 5 miliardi di dollari di vendite attese entro fine anno (e un miliardo di dollari di profitti stimati) la società potrebbe raccogliere dai 10 ai 15 miliardi di dollari a fronte di una valutazione complessiva attorno ai 100 miliardi.

Numeri che fanno impallidire quelli delle “piccole” matricole in attesa di debuttare a Milano. La più prossima al debutto dovrebbe essere Moncler, avendo già presentato formale domanda a Borsa Italiana di di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato telematico azionario (Mta). Considerando che titoli del settore moda/lusso viaggiano su multipli tra i 17 e le 32 volte l’Ebitda la società guidata da Remo Ruffini con 489 milioni di euro di fatturato nel 2012 e un Ebitda di 170 milioni potrebbe arrivare a valere anche oltre 3 miliardi, contro i 2-2,2 miliardi di cui si ragionava fino alla scorsa primavera. In questo caso collocando un 30% circa del capitale l’operazione potrebbe valere attorno al miliardo di euro.

…ultimi appuntamenti dell’anno con la formazione:

…parleremo di mercati azionari sabato 16 novembre al corso: “Trading Meccanico con Azioni+Opzioni” (http://www.qtlab.ch/index.php?option=com_seminar&task=3&cid=58): se volete partecipare, contattate QTLab perché i posti sono quasi esauriti (ma é stato di deciso di trasmetterlo anche in streaming a distanza, quindi si può seguire anche da casa propria, anche se in sala io resto dell’idea che sia sempre meglio… ma sono uno all’antica)

…Nella seconda metà del mese l’appuntamento (a distanza, online) é con Lo Spread Commodities (http://www.qtlab.ch/index.php?option=com_seminar&task=3&cid=53)…

…ed il mese si chiude con FX Trading (Correlazioni) (http://www.qtlab.ch/index.php?option=com_seminar&task=3&cid=50)…

Buon Trading!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...