C’é chi se ne va… ma anche chi, sull’Italia, sta puntando forte…

C’é qualcuno che da qualche tempo ormai sull’Italia sta investendo in maniera pesante: Blackrock continua infatti il suo shopping in Italia e con oltre 10 miliardi di euro di investimento, é ufficialmente il primo investitore estero di Piazza Affari.

13 febbraio: Blackrock rafforza la propria posizione in Intesa Sanpaolo passando dal 2% al 5,004% del capitale e divenendo secondo azionista della banca dopo Compagnia di San Paolo che detiene il 9,713%

7 marzo: Blackrock sale al 5,246% di Unicredit e diventa il secondo socio dell’Istituto dietro a Aabar (6,5%) e davanti a Pamplona (5%).

18 marzo: Blackrock acquisisce il 5,748% Monte dei Paschi di Siena, quota che qualifica il fondo come secondo azionista della banca dopo la Fondazione MPS (15,07) e davanti a Pamplona (4%).

Come se non bastasse la società detiene partecipazioni in Banca Popolare di Milano, Banco Popolare, Mediobanca, ma agli istituti bancari si aggiungono poi numerose quote nelle più importanti aziende italiane, alcune di esse acquisite tra il 2013 e il 2014:

Azimut: 5% dal 28 ottobre 2013,

Atlantia: 4,95% dal 24 gennaio 2014,

Fiat Industrial: 5,03%,

Generali: 2,84%,

Mediaset: 2%,

Telecom: 4,81%.

Annunci

2 pensieri su “C’é chi se ne va… ma anche chi, sull’Italia, sta puntando forte…

  1. Magari non le fanno fallire (ormai è stato deciso che prima dell’intervento dello stato a pagare per un salvataggio saranno azionisti, obbligazionisti e correntisti) ma ci sono alternative meno rischiose in termini di investimento azionario… Le azioni a zero o quasi ci possono andare (e negli ultimi anni l’abbiamo visto bene) ma a tutti gli effetti questi 10 miliardi di esposizione per blackrock non sono una esagerazione per un colosso del genere… Se hai 100, puntare 5 su un paese non è un azzardo, ma sai quanta gente in questo paese ha messo tutti i propri risparmi su una o due azioni, tipo Monte Paschi e Banco Popolare, per vederli evaporati negli ultimi 10 anni… L’Italia è un paese con un enorme squilibrio fra risparmio (alto) e cultura finanziaria (bassa) ma c’è chi ha interesse a fare in modo che nulla cambi di una virgola…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...